meglio questa se vanno bene le misureViaggiare bene vuol dire innanzitutto alloggiare bene.
Il senso di ospitalità, tipico della cultura e della tradizione dei sardi, è la peculiarità dell’affittacamere Sa Zodia: una casa accogliente e confortevole, aperta ai turisti e alle famiglie. Un punto d’appoggio per chi vuole scoprire il territorio di Bitti e del resto dell’isola. Siamo nella Barbagia di Bitti, l’antico borgo dei Tenores (il canto arcaico dei pastori sardi che l’UNESCO ha dichiarato patrimonio immateriale dell’umanità). Il paese, sede del neonato Parco Naturale Regionale di Tepilora, è circondato da un territorio incontaminato, ricco di testimonianze dell’antica civiltà nuragica che i boschi di sughere e roverelle hanno custodito fino a oggi.
Il segreto dell’affittacamere è racchiuso nel nome e nella storia di Sa Zodia, un gioiello prezioso e unico che arricchisce il costume tradizionale delle donne della Barbagia e di Bitti in particolare. “Sa Zodia” è un pendente tipico della gioielleria sarda che si porta al collo con un nastrino di velluto nero. Questo gioiello, di probabile origine spagnola, si diffuse in Sardegna nel seicento.
Sa Zodia si trova al secondo piano di un palazzo di recente costruzione. È composto da tre ampie camere da letto, con bagno privato e dotate di tutti i comfort. Nell’appartamento vi è poi una sala comune dove preparare una buona colazione e consumare pasti veloci già preparati. Il tutto è arredato con cura e gusto dalla proprietaria Maria, pronta a ricevere gli ospiti con gentilezza e cordialità.
Fra un tocco di antico e uno di moderno Sa Zodia renderà così il soggiorno indimenticabile.